Post più visitati negli ultimi 30 giorni!!

PoisonIncLab -


Il 23-24-25 novembre duemiladiciotto al Vegan Days Pontedera  saremo presenti con il banchino con le autoproduzioni e Domenica 25 alle 19:00 chiudiamo con il Workshop
“PoisonInc. Laboratori multinazionali e agrobusiness”


Dalle ore 19 alle 20 presenteremo PoisonInc laboratorio MULTINAZIONALI E AGROBUSINESS a cura di Agripunk
Conosci quello che mangi? Sai da dove viene? Sai chi lo produce e come?
Laboratorio per ri-conoscere le multinazionali, gli alimenti trattati, i vegetali ibridi, ogm e brevettati. 
Per sapere cosa evitare, cosa è meglio autoprodurre.
Per riconoscere il selvatico dal manipolato e per capire perchè (spesso) l'agricoltura e (sempre) l'allevamento causano l'avvelenamento della terra.
Porteremo qualche prodotto banale di uso comune e diffuso (acqua, succhi di frutta, latte vegetale, glifosato e quello che riusciamo a riciclare), lo faremo girare tra di voi, chiedendovi di riconoscere se è di una multinazionale oppure no e se sapete cosa comporta l'accettazione del contratto di acquisto di questi prodotti.

Poi porteremo frutta, verdura e semi sia presi dal supermercato che dal contadino oppure di piante selvatiche per farvi vedere le differenze per spiegarvi qualcosina su ibridi, trattamenti e ogm.
Non mancherà la questione animale ponendo a confronto foto di animali modificati (broiler, mucche "da latte", maiali "da ingrasso" ) e foto di animali liberi e/o selvatici per farvi cogliere le differenze e spiegarvi brevemente tecniche d'ingrasso, allevamento, costrizioni e genomica
Agripunk è un rifugio per animali liberati da allevamenti, da violenze, dalla macellazione.
E' un rifugio che accoglie chi si ribella a questo sistema che promuove lo smembramento dei corpi umani e non umani.
Ma è anche un posto dove ognuno di questi individui liberati porta con se una testimonianza che viene approfondita per apprendere al meglio il funzionamento del sistema specista, fascista, razzista, capitalista per poter escogitare delle forme di resistenza allo stesso sistema.
E questa testimonianza la porta anche il luogo stesso sul quale sorge questo rifugio: un ex allevamento intensivo di tacchini "da carne".
Altra attività di questo posto è quella di recuperare semi antichi, semi tradizionali, semi non trattati per coltivare piante che si integrano con l'ambiente selvatico in cui è immerso, che donano cibo per chi lo abita e regalano semi prolifichi per l'anno che verrà o per scambiarli e regalarli aumentando la loro diffusione.

Facebook direct

Post più popolari del mese

Post più popolari di sempre