lunedì 16 marzo 2015

IL POST PIU' IMPORTANTE DELLA NOSTRA VITA - APPELLO PIANO B

***AGGIORNAMENTO DEL 21 MARZO***

MANCANO SOLO 3 ASSOCIAZIONI O GRUPPI O PERSONE!! INOLTRE UN PAPABILE INQUILINO SI E' DATO ALLA MACCHIA QUINDI NE CERCHIAMO UN ALTRO!!
NOI INTANTO PER SCARAMANZIA CI PORTIAMO AVANTI ED ISSIAMO LA BANDIERA...


 Sotto gli aggiornamento trovate l'appello completo.


***AGGIORNAMENTO del 16 marzo!!!!!!***

SIAMO ARRIVATI AD 8 ASSOCIAZIONI, GRUPPI E PRIVATI CHE VOGLIONO AIUTARCI A REALIZZARE QUESTO SOGNO!! ALTRE 4 PERSONE O ASSOCIAZIONI O GRUPPI E POSSIAMO FARCELA...DAJE!!!

Post del 25 febbraio:

Siamo a metà dell’opera…


6 associazioni si sono impegnate ad aiutarci, 3 inquilini hanno le valigie pronte per trasferirsi qui e c’è fermento scalpitante di nuove attività che aspettano solo di partire.
Abbiamo la possibilità di acquistare (finalmente) tramite affitto a riscatto il podere dove sorge l’ex allevamento di tacchini del quale abbiamo contribuito alla chiusura.
Appunto siamo a metà strada.

Cerchiamo altre 6 realtà che vogliano contribuire.


Volete aiutarci?
Vogliamo unire le forze e dimostrare agli allevatori, all’industria della carne, a chi vive dominando e sfruttando gli esseri liberi che possiamo sconfiggerli?

Se siete un gruppo, associazione, privati, potete contribuire e farci vincere questa battaglia una volta per tutte.

Dobbiamo coprire 2000 euro al mese di affitto, parte dei quali coperti già con gli affitti dei nuovi inquilini quindi ci manca da coprire il restante che è pari a 1200 euro al mese.

Bastano 100 euro al mese per un totale di 1200 euro l’anno per coprire quello che manca per un mese di affitto e contribuire insieme a noi a rendere questo posto un luogo nuovo, distaccato dalla realtà quotidiana del dominio.
Queste 100 euro al mese noi le chiediamo a tutti voi, aiutateci!
Per un gruppo a esempio di 10 persone si tratta di raccogliere 10 euro al mese a testa.
E con queste 10 euro potete salvare 120.000 tacchini all'anno e dare ospitalità ai più deboli del sistema.
Animali e persone, per noi siamo tutti animali e per cambiare il mondo dobbiamo partire dai più deboli, altrimenti non cambierà mai niente.

Tutti gli affitti pagati non saranno fini a loro stessi ma saranno accumulati e conteggiati come acconto per l’acquisto tra 5 anni.
Per allora avremo già versato parte della cifra necessaria all'acquisto facendo abbassare la quota per la richiesta del mutuo.
Inoltre avendo già una “squadra” consolidata di sostenitori (coloro che parteciperanno all’affitto continueranno poi ad aiutarci con la medesima cifra per il mutuo), avendo già inquilini da tempo ed attività nel pieno del loro svolgimento, sarà molto più facile riuscire ad ottenerlo ad una rata più accessibile di quanto sarebbe ora.

Siamo ad un passo dalla vittoria, da un vero cambiamento del quale tutti possiamo e dobbiamo essere parte.


Chi parteciperà alla “cordata” potrà venire qui quando vuole a stare con noi e ad aiutarci, oppure portare da noi gli animali che salverà e che non riescono a trovare casa, organizzare qui eventi, conferenze, riunioni o cene insomma…sarete parte attiva, linfa vitale di Agripunk.

Sono inoltre sempre ben gradite eventuali associazioni/gruppi e privati che vorranno comunque aiutarci con benefit (ai quali saremo ben felici di presenziare) e donazioni per il mantenimento del rifugio e delle spese di ristrutturazione.

Siate anche voi parte della riconversione di questo piccolo, grande pezzo di mondo che da luogo di sofferenza diverrà luogo di libertà.

Ps. ricordiamo anche c'è ancora posto per un paio di inquilini eh...


Per contattarci dezynoir@gmail.com oppure 055996946 per qualsiasi delucidazione

6 commenti:

  1. Per dovere di cronaca, è possibile sapere quali sono le 6 associazioni che già supportano il progetto?

    RispondiElimina
  2. quando siamo a 12 lo saprete tutti :)

    RispondiElimina
  3. Ciao, avete già valutato l'opzione di aprire una pagina su wemakeit.com? È un sito di crowdfunding, in quel modo potrete facilmente condividere il link. Tanti auguri e complimenti per quello che state facendo.
    Anna

    RispondiElimina
  4. grazie di tutto Anna :) questo sito non lo conoscevamo, ora ci buttiamo un occhio grazie.
    Comunque è già attivo il crowdfunding su BuonaCausa

    RispondiElimina
  5. Ciao, ho appena ricevuto via mail notizia del vostro bellissimo progetto, e intanto vi faccio i miei complimenti perché siete stati davvero in gamba. Vorrei porvi una domanda, che riguarda soprattutto cani e gatti, da persona che condivide la posizione delle associazioni animaliste in merito al problema del randagismo: come pensate di gestire i cani e i gatti ospitati –attualmente e in futuro- dal punto di vista della loro riproduzione? Pensate di sterilizzarli? Lo chiedo perché nell’elenco delle spese che dovete sostenere vengono menzionati cibo, recinti, fieno ecc., ma non le sterilizzazioni per cani e gatti, operazioni certamente poco simpatiche ma necessarie per evitare la loro moltiplicazione e le relative spese di mantenimento (che toglierebbero risorse da utilizzare per altre situazioni di bisogno, sappiamo quanto numerose purtroppo!). Grazie per la vostra risposta …e tantissimi auguri!
    Maria Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cani e gatti? qua bisogna castrare i cinghiali altrochè..
      Scherzi a parte, le sterilizzazioni sono incluse nelle spese veterinarie visto che, appunto, al di là di cani e gatti che sono relativamente più facilmente gestibili (tutti i veterinari sono specializzati in quello) noi sterilizziamo anche tutti gli altri animali.
      Purtroppo per quel che riguarda i ruminanti e quelli troppo grossi, ci sono dei problemi per quel che riguarda la sterilizzazione delle femmine (proprio per una questione che sono interventi difficili che necessitano di anestesie lunghe e in dose massiccia che per loro possono essere addirittura fatali) però i maschietti hanno già tutti perso le palline :)

      Elimina