Sei pront* ad essere Polz?

Guardami negli occhi, senti il mio respiro, siediti di fronte a me e lasciati raccontare una storia, la mia storia.
Non occorre parlare o muggire o belare, libera la mente e immagina di essere me o meglio, diventa me.
Vedi te stess* mentre nasci in una stalla, tirat* fuori da una corda legata alle zampe. Lo senti il tonfo? La vedi tua madre sdraiata a terra? Lo vedi mentre le strappano le marche auricolari e le mettono alle tue orecchie?


Senti mentre ti portano via e ti mettono con le altre vitelle e ti danno il nutrimento da una tettarella di plastica.
Senti sulla tua pelle i giorni che passano inesorabili sempre uguali fino al giorno in cui arriva un veterinario che ti infila un braccio nella vagina per fecondarti artificialmente.
Vivi la mia gravidanza, vivi il mio parto, senti il mio cucciolo che viene estratto e portato via come è successo a me.
Senti ancora più nel profondo, nelle tue viscere, altri giorni durante i quali vieni attaccat* ad una macchina per la mungitura mentre senti tua figlia muggire più lontano. O è un figlio? Allora non lo senti più.
Lo senti il tedio? Lo senti il panico?
Ecco ora senti ancora più forte come una martellata nel cervello una nuova inseminazione, un nuovo parto, altre mungiture.
Le vedi le tue sorelle che partoriscono accanto a te e che scompaiono una volta rimaste a terra?
Lo senti nel profondo dell'anima tutto questo?
Ecco, quando ti trovi davanti a me è questo che devi sentire, provare, vivere.
Ecco, possiamo andare oltre e puoi sentire il resto della storia.
Ora devi sentire l'ansia di essere caricat* su un camion con altre 4 tue sorelle, devi sentire l'angoscia quando vedi una di loro scendere.
Andrà a star bene ma tu non lo sai, voi non lo sapete.
Il tuo viaggio prosegue, la senti la paura che aumenta?
Il camion si ferma. E' buio, non vuoi scendere.
Ad un certo punto scendi e ti incazzi perchè hai paura che la altre se ne vadano, anche loro.
Ma le altre invece scendono. Lo senti il sollievo?
La senti la gioia del primo giorno nel prato a ridosso del bosco?
La senti di nuovo l'ansia perchè stai per partorire e non sai cosa accadrà?
Ora puoi rilassarti, perchè ora devi sentire in ogni tuo atomo la soddisfazione e la fierezza di poter crescere tuo figlio.
2 anni fa annusavi la primavera speranzosa, ora hai ancora tuo figlio accanto che compie 2 anni il 17 marzo e ancora non si stacca da te.
Lo senti?
Ok se lo senti ora puoi essere me.
Ora sei anche tu Polz.

Facebook direct

Post più popolari del mese

Post più popolari di sempre