Comunicato importante: Ancora chiamatз a resistere.

Si sta allentando appena la tensione da sindemia, stiamo riprendendo aperture ed eventi e piano piano pure il volontariato, siamo in pari con l'affitto a riscatto fino a giugno compreso grazie a tuttз voi, stiamo aspettando nuovз abitanti e moltз altrз aspettano una nostra risposta.
Sembra uno di quei momenti in cui fai un piccolo sospiro ed inizi ad organizzarti per lavorare e/per liberare con positività, serenità e tanta voglia di fare e progettare.

Ed è proprio in questi momenti che ovviamente arriva qualcosa che ti destabilizza di nuovo, l'ennesima mazzata. 

Per essere brevi, ci è stata inviata una lettera del locatore a mezzo avvocato per dirci di riscattare tutto il podere entro il 17 novembre 2021.

Fin qui tutto ok, nel senso che era previsto che alla prima scadenza del contratto commerciale 6+6, che abbiamo stipulato a novembre 2015, potevamo proporre il riscatto se ce ne fosse stata la possibilità. Ma era anche previsto che, in caso di impossibilità di riscatto, il contratto si sarebbe rinnovato automaticamente per altri 6 anni ed al termine ci si sarebbe comunque potutз avvalere del diritto di prelazione, previsto per i contratti di questo tipo, scalando dal totale l'ammontare degli ulteriori affitti pagati nel frattempo.

Invece, ecco la doccia fredda improvvisa.

Se ciò non avverrà, cioè se non riscattiamo il podere e l'ex allevamento a novembre, non intendono procedere al rinnovo automatico del contratto e ci chiedono di lasciare tutto, immobili e terreni.

Mettiamo quindi ancora una volta la nostra vicenda nelle mani di un avvocato e procediamo a rispondere ed a resistere, ancora una volta.
Inutile dire che sarebbe meraviglioso riuscire davvero a riscattarlo entro novembre, sarebbe il sogno nostro e di tuttз. 

L'ex allevamento finalmente libero e definitivamente nelle mani di chi lo sta facendo risorgere da anni, le belve libere e liberate, a da tante altre che potrebbero vivere qui ed avere una seconda possibilità sarebbe una cosa meravigliosa e ancor più rivoluzionaria.

Tuttз insieme si acquisterebbe e diventerebbe un bene comunitario dedicato alle soggettività libere e liberate e alla liberazione in tutte le sue forme.
Ma se ciò non fosse possibile, vogliamo avere un'altra opportunità come previsto fin dall'inizio e come ci avevano assicurato a gennaio 2020 alla fine delle altre udienze per sfratto. 

Ora come allora nessun passo indietro, noi da qui non ce ne andiamo e per poterlo fare abbiamo solo 2 opzioni:

- Essere sempre regolari con l'affitto a riscatto per poterci difendere al meglio.

- Acquistare definitivamente il podere così da essere liberз una volta per tutte.

Di sicuro, l'opzione migliore è quella dell'acquisto ORA in modo da liberarci da questo contratto d'affitto, per poterci impegnare maggiormente in tutta una serie di lavori, progressi ed opportunità che coinvolgerebbero tantissime altre realtà e persone.

In entrambi i casi comunque il vostro aiuto, unito al nostro impegno, è ora più che mai vitale.
Se vorrete aiutarci a pagare l'affitto a riscatto ed a riscattare definitivamente il podere, potete farlo donando a questi IBAN:

IBAN per donazioni tramite bonifico IT11P0501802800000012165098 bic/swift CCRTIT2T84A intestato ad Agripunk onlus

IBAN per donazioni tramite bonifico per l'affitto e l'acquisto del posto dove sorge il rifugio IT32W0359901899050188529829 sempre intestato ad Agripunk onlus

oppure cliccando questo pulsante che vi porterà alla raccolta fondi su Gofundme.

 

Il vostro aiuto, stavolta, è ancora più indispensabile per consentire alla nostra realtà di continuare non solo ad esistere e resistere, ma a crescere e migliorarsi. 

Questo cambio di volontà loro ci sta causando enormi ansie e malesseri, senza contare che ci preclude la possibilità di dare accoglienza alle numerose belve che stanno aspettando ora una nostra risposta per essere liberate e portate in un luogo sicuro.

Siamo solo all'inizio di questa ennesima questione della quale vi terremo costantemente aggiornatз man mano che ci saranno sviluppi.

Nel frattempo, per favore, condividete le nostre azioni ed i nostri scopi insieme ai vari modi per aiutarci che trovate qui e gli eventi che trovate qui e, se potete, partecipate attivamente sia agli eventi, sia al supporto e anche ad eventuali azioni di supporto che vi comunicheremo a breve.

Se avete idee o suggerimenti o semplicemente volete conoscere i dettagli, non esitate a contattarci.

Nel frattempo vogliamo ringraziare con il cuore chi ci ha aiutato fin'ora, chi ci aiuta sempre e chi ci aiuterà.

A chi ci pensa e crede come noi in questo progetto rivoluzionario diventato realtà e che tale deve rimanere.

A chi come noi crede che questo posto vada difeso e riscattato perchè diventato un piccolo pezzo di mondo liberato che deve continuare ad esistere ed evolvere.

Davvero, grazie dal profondo.

Se ce la faremo sarà solo grazie a voi!

Per favore, condividi questo comunicato.

Rise Our Horns!


Facebook direct