domenica 24 agosto 2014

Risotto ortica e menta

Ora è il momento più bello..spuntano i fiori e le tante erbe spontanee commestibili e utili.
Una di queste è di sicuro l'ortica. Ricca di ferro e deliziosamente commestibile, ora inizia a crescere svettando le sue cimettine succose.
Quindi come prima cosa da fare per questa ricetta è uscire (nel vostro prato o facendo un giretto nelle zone un pò fuori mano e lontane dal traffico) e cogliere le cimette d'ortica comprese le prime 2 foglie sottostanti. Cogliamone un bel pò, tipo uno scolapasta grande pieno.
Cogliamo anche una dozzina di cimette di menta. (se non l'avete basterà procurarsi da qualche amico una piantina e metterla in vaso bello grande o piantarla a terra..si riproduce esponenzialmente!!)
Prendiamo le nostre cimine e tenendole nello scolapasta inseriamo tutto in una ciotola grande abbastanza o il lavello riempito d'acqua.
Per fare la mondatura consiglio di mettere almeno in una mano un guantino di lattice.
Riempite d'acqua, un cucchiaio di bicarbonato e un goccino appena d'aceto e lavatele per bene girandole e rigirandole. Levate l'acqua e rimettetela senza aggiungere altro. Altra lavata rimescolandole, poi sciacquatele bene sotto acqua corrente così sporco eventuale e spinetti urticanti se ne saranno andati.
Metterle in una pentole tagliuzzandole grossolanamente unendo un pò d'olio e un cucchiaio di dado veg fatto in casa.
dado veg home-made versione estiva e invernale.
ortichette e mentina

In un altra pentola, mettete acqua e un goccino di salsa di soia per fare un brodino.


Accendere entrambi i fuochi avendo l'accortezza di mettere il brodo nel fuoco più grande e a paletta mentre la pentola per il risotto nel fuoco più piccino e basso.
Aggiungere una o due mestolate di brodo alle erbe e far cuocere per una decina di minuti.
Quando le erbette saranno un pò scurite e morbide, aggiungete il riso. 
Di solito io ne faccio un pò di più per farne polpettine o tiballi con quello che avanza.
Io qui ho messo il riso Thai.


Far cuocere a fuoco basso aggiungendo via via il brodo caldo a bollore a mestolate fino a cottura mescolando spesso.


Una volta cotto, spegnete il fuoco e mantecate il risotto con un filo di olio extra vergine e una spolverata di lievito alimentare secco a scaglie.
Impiattate e magnate!!

Risottino ortica e menta d'Agripunk.


Nessun commento:

Posta un commento