sabato 15 agosto 2015

CORTEO NAZIONALE CONTRO IL FESTIVAL DEL CIRCO DI LATINA

Anche quest'anno il Festival Internazionale del Circo vuole portare a Latina il suo triste spettacolo di tortura, sadismo e sfruttamento animale.
Restare a guardare può soltanto significare relegare ancor di più in un mondo di violenza e schiavitù esseri viventi sottratti a sconfinate praterie, immensi oceani ed ogni selvaggio ambiente incontaminato.

Per questo chiamiamo a raccolta tutte le realtà antispeciste, antifasciste, libertarie ed ogni individualità affine ad unirsi ad un grande corteo nazionale per ribadire a gran voce la necessità di un Festival del Circo che veda al centro l'arte e le abilità dell'uomo, piuttosto che lo sfruttamento e la sofferenza dell'animale.

Lanciamo quindi per il 17 ottobre 2015 una giornata di lotta contro ogni forma di schiavitù e dominio, partendo da quelle esercitate sugli animali per arrivare alle sue forme più estese.

Invitiamo a diffondere il nostro appello e a partecipare alla giornata con comunicati, iniziative spontanee ed ogni tipo di contributo.

LIBERAZIONE SENZA MEDIAZIONE DI TUTT* I/LE VIVENTI!


PARTENZA DEL CORTEO: 17 Ottobre h. 16:00 Piazza del Popolo (LATINA) 


SI RICORDA CHE NON SARANNO TOLLERATE PRESENZE E ATTEGGIAMENTI RAZZISTI, SPECISTI, FASCISTI, SESSISTI E OMOTRANSFOBICI.

- COMPAGNIA DEL LIBERO ORTO 

- COLLETTIVO SWAMP

- ANTISPECIST* LIBERTAR* LT

- FINOCCHIELLE A 90 (COLLETTIVO QUEER)

- COORDINAMENTO ANTISPECISTA

- ANTISPECIST* PRATESI.

- LIBERACTION CATANIA

- CHANGING. LA SPEZIA ANTISPECISTA!

- OLTRE LA SPECIE.

-AGRIPUNK

-COORDINAMENTO FERMARE GH

-EARTH RIOT

-SORCI VERDI, COLLETTIVO ANTISPECISTA NAPOLI

- PUGLIA ANTISPECISTA


LINK EVENTO FB

PULLMAN DA BOLOGNA/MODENA/FIRENZE

PULLMAN DA BARI/ CASERTA


Il festival internazionale del circo si fa manifesto di un circo sfruttatore e discriminatorio.
Un grande evento a difesa dello sfruttamento animale, a difesa della tortura e dello specismo piú becero.
Cavalli portati in volo dal turkmenistan, leoni marini dalla russia, leoni e tigri da altre parti del mondo, perchè la tortura e l'umiliazione, la segregazione e la violenza non bastano, ci vuole anche un viaggio estenuante da una parte all'altra del globo.
E come spesso accade un evento di propaganda specista si fa sempre portavoce della difesa di tutti gli altri pregiudizi.
Finanziato da gruppi cattolici e ponendosi come "festival per le famiglie", permettendo la presenza russa al festival, si fa portavoce del movimento omofobo crescente, diventando un mero manifesto di ideologia fascista e discriminatoria.
E poi ancora lo sfruttamento di migranti, pagati il nulla per stare ore e ore a far pubblicità praticamente gratis.
Un altro punto che preoccupa é l'inaugurazione di circus expo che avverrà proprio il giorno del corteo, dove si associerà questo bell'evento di sfruttamento e discriminazione a un altro evento orribile che è l'expo milano 2015.
Ancora poi la presenza di rappresentanze di israele, che mentre sterminano un popolo vengono qua a divertirsi bastonando e umiliando animali.
E infine tutto ció finanziato con i soldi di tutt*, con ingenti fondi da parte del mibac e del comune, che mentre lascia la città in mano a speculazione edilizia e cementificazione selvaggia, non si dimentica di supportare e finanziare tortura e sfruttamento a 360°.
Questo festival è, come già detto, un manifesto di quelle culture che noi rifiutiamo di tollerare.
Non possiamo rimanere indifferenti di fronte tutta questa montagna di merda.
Per questo è importante scendere in piazza il 17 ottobre prossimo tutt* insieme.
Antispecist*, antifascist*, antimperialist*, queers, abitanti dei quartieri, migrant* ecc.. ma anche circensi che vedono quello che vediamo noi, perchè un circo senza sfruttamento è possibile e necessario. Insomma tutt* unit* contro ogni tipo di sfruttamento, dominio e tortura.
Per una società di liberi ed eguali senza distinzioni di specie, sesso, etnia e orientamento.
CONTRO OGNI GABBIA, REPRESSIONE, AUTORITÀ E DOMINIO.
CONTRO OGNI PREGIUDIZIO E IDEA DI SUPREMAZIA.
LIBERAZIONE SENZA MEDIAZIONE.
17 OTTOBRE TUTTI E TUTTE IN STRADA!

Nessun commento:

Posta un commento