giovedì 29 dicembre 2016

I "botti" di fine anno: GIANNINA!!

Giannina è una vitellina, sfortunata e fortunata al tempo stesso.
Sfortunata perchè nata in un allevamento di mucche da latte, sfortunata perchè nata femmina quindi già con la "carriera" segnata, sfortunata perchè ha iniziato molto presto a soffrire di una brutta artrite, sfortunata perchè l'artrite è peggiorata portandola a zoppicare quindi essendo condannata o ad una fine sbrigativa e spietata perchè "rotta" oppure destinata comunque alla suddetta "carriera" nonostante il suo problema...

Fortunata però perchè ha avuto la fortuna di essere capitata nelle vicinanze di persone stupende, Angelo e Giorgia, che non sono riuscite ad assistere senza fare nulla, fortunata perchè hanno fatto di tutto per portarla via di lì, fortunata perchè alla fin fine anche noi non riuscivamo ad assistere senza far nulla e abbiamo ascoltato chi ci chiedeva di accoglierla.
Non è stata una decisone semplice, vi diciamo la verità...
E' una cucciola che crescerà in fretta ed in fretta bisogna cercare di darle un pò di sollievo.
Ha bisogno di cure mediche, cure affettive, fisioterapia ma soprattutto ha bisogno di una famiglia, quella che non è mai concessa ad una mucca in allevamento.
E' un bel impegno...
Stefania, che già ci sta aiutando con il crowdfunding Con occhi animali (al quali in molti state aderendo e di questo vi ringraziamo uno ad uno infinitamente), era un'altra persona che stava seguendo la sua storia e non riusciva ad arrendersi, proprio come Giannina.
Così ha deciso di aiutarci ad affrontare questo impegno.
Grazie a lei, e grazie anche ad Alice che ci ha organizzato e realizzato il trasporto... Giannina è arrivata!
La sua prima mattinata è stata allietata da Nubi, dalle maialine e da tanto buon fieno.
Poi ha conosciuto il veterinario che ha visionato le sue radiografie, i referti dell'altro veterinario che l'ha visitata precedentemente e l'ha visitata anche lui consigliandoci come procedere nella sua cura.
Mentre la pulivamo mangiava guardandoci sospettosa e stupita, quando abbiamo iniziato a pulirle il pelo nella zona da medicare si è un pò innervosita, appena ha sentito le mani calde spalmarle la pomata antinfiammatoria con massaggini speciali però si è rilassata e si è convinta che forse forse ce la può fare.
Stasera si è accucciata a ruminare immersa nel fieno che profuma di camomilla con la sua bella fasciatura nuova, tutta soddisfatta e felice.
Ancora non ha incontrato le mucchine e i fratelloni, però al tramonto li ha sentiti muggire tutti e finalmente ci ha regalato un bel muuuuu che sapeva di libertà e voglia di farcela ad ogni costo!
Giannina, la strada è lunga, ma non non abbiamo fretta e abbiamo il brutto vizio di non arrenderci mai!
Benvenuta bimba, questo COWpodanno è anche per te!

Se vuoi aiutarci ad aiutare Giannina e tutti gli altri, guarda qui e scegli come farlo.

**Aggiornamento su quella gran mangiona di Giannina già ribattezzata Jeanne!
La signorina ha iniziato ieri la cura all'occhio affetto da micosi e il trattamento con pomatina antinfiammatoria per cavalli al garretto bozzoso.
Inoltre si gode una bella oretta abbondante di fisioterapia consistente in massaggi alla schiena, esercizi di piegamento e stiramento della zampa e prove di sforzo (lievi) per stimolare il ripristino della muscolatura.
Dopo 2 giorni, oggi la signorina ci ha sbalordito stirando del tutto la zampa all'indietro e piegando più volte lo zoccolo.
Alla prova di piegamento l'articolazione si è presentata più sciolta rispetto a ieri, nella parte interna si inizia a sentire la testa della tibia che prima non si sentiva e alla prova di sforzo ha risposto benissimo, spingendo con forza dimostrando quindi che la muscolatura non è atrofizzata.
Alla fine degli esercizi è stata fasciata per bene stirando lievemente l'articolazione e guadagnando almeno 2 cm in lunghezza!
Lo scopo è quello di fargliela arrivare a toccare terra e farle riprende la muscolatura in modo da poter sistemare, una volta presi forza ed equilibrio, anche l'altra zampa che ora sta sorreggendo tutto il suo peso e sulla quale saltella.
Signorina, te a primavera salti nel pascolo... te lo abbiamo promesso e vedrai che sarà così!
ps. alla fin fine cercasi fisioterapista per la fisioterapista...
Aggiornamento.
Le cure non funzionano... una zampa sembra riprendersi mentre l'altra cede.
Tutto il suo corpo inizia a cedere...
Il 13 marzo Giannina se ne va.
Giannina ha deciso di arrendersi.
Avevamo contattato vari veterinari e varie cliniche, tutti concordi sul fatto che non ce l'avrebbe fatta... la zoppia era causata da un'infiammazione e questa era troppo estesa ormai per essere curata completamente.
Ma noi non volevamo arrenderci, lei per prima!
Un dottore ha avuto speranza come noi e l'ha seguita.
Dopo vari cicli di antibiotico e quando sembrava che la zampa zoppa migliorasse un pochino, l'infezione ha preso anche l'altra zampa che già aveva problemi dovendo sopportare tutto il peso di una mucchina in rapida crescita.
Abbiamo iniziato a studiare un sistema per alzarla e iniziato un nuovo ciclo di antibiotici.
Ma nulla.
Ha deciso di arrendersi, così.
Lasciandoci così tanto dolore da non riuscire a dire nient'altro.
Come ha detto la sua "mamma adottiva", stasera c'è una stella in più in cielo.
Perdonaci Gianì, noi ci proviamo a salvarvi... ma l'unica maniera per salvarvi davvero è abbattere ognuno di quei cazzo di luoghi dove vi recludono e dove decidono per voi sia vita che morte.
Unica consolazione, non te ne sei andata da sola.
C'eravamo tutt* lì con te e per te fino all'ultimo respiro.










Nessun commento:

Posta un commento